Parco di Belloluogo

www.messapi.info di Beniamino Piemontese messapi.info@gmail.com


 

 

 

 

 

 

 

Home Prima pagina Barocco per Duo Càlena Destino Sveva Torre di Belloluogo Parco di Belloluogo La strada di casa Appelli Lettere Archivio

 

ENERGIA PULITA PER LA TORRE DI BELLOLUOGO

L'Associazione Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo avanza una proposta veramente interessante per fornire energia pulita da fonti rinnovabili a tutto il complesso monumentale e ambientale della Torre di Belloluogo a Lecce.

 

 23 ottobre 2012

FIAT LUX AL PARCO COMUNALE DELLA TORRE DI BELLOLUOGO

 

Associazione Ideale

Anna Maria Massari - Antonio Leonardo Verri - Marianna Casto - Giorgio Di Lecce - Luigi Mura

Osservatorio Torre di Belloluogo

www.torredibelloluogo.com

 

LETTERA AL SINDACO DELLA CITTÀ DI LECCE

Mittente:
Prof.ssa Carla De Nunzio
Presidente dell'Associazione Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo - Lecce

Oggetto:
Istanza-proposta per l'installazione di un impianto di produzione e fornitura di energia elettrica da fonti rinnovabili ed ecocompatibili (ad es. pannelli solari e fotovoltaici) per l'illuminazione e per l'alimentazione di tutti gli impianti di energia elettrica e solare-termica (riscaldamento, videosorveglianza, ecc.) nel realizzando "Parco urbano attrezzato della Torre di Belloluogo" di proprietà del Comune di Lecce.

 

Ill.mo Signor Sindaco Dott. Paolo Perrone,

con la presente la sottoscritta De Nunzio Prof.ssa Carla, cittadina di Lecce e rappresentante dell'Associazione Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo, avanza formalmente alla S. V. Ill.ma e all'Amministrazione Comunale di Lecce la seguente  istanza-proposta affinchè sia deliberata l'installazione, nel realizzando "Parco urbano attrezzato della Torre di Belloluogo" di proprietà del Comune di Lecce, di un impianto di produzione e fornitura di energia elettrica e solare termica da fonti rinnovabili ed ecocompatibili (ad es. pannelli solari e fotovoltaici) per l'illuminazione e per l'alimentazione di tutti gli impianti elettrici (ad es. riscaldamento, videosorveglianza, ecc.).

La realizzazione del suddetto impianto per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili ed ecocompatibili, oltre ad avere una grandissima valenza dal punto di vista delle politiche di sostenibilità ambientale, al contempo assicurerebbe un notevole risparmio economico per la finanza comunale e quindi per le tasche dei cittadini-contribuenti e rappresenterebbe un ulteriore vanto per quello che sarà il Parco urbano della Torre di Belloluogo una volta che sia completato e per tutta la città di Lecce che farebbe scuola addirittura in campo nazionale se non addirittura europeo.

Tra l'altro la realizzazione del suddetto impianto energetico ecocompatibile da fonti rinnovabili permetterebbe di assicurare tra le altre cose l'illuminazione pubblica di quella parte del parco pubblico della Torre di Belloluogo che è stato già inaugurato dalla S. V. Ill.ma lo scorso 25 aprile c. a. ed aperto al pubblico seppure non ancora dotato dell'alimentazione elettrica per l'impianto di illuminazione, cosa che ha già creato e sta ancora causando gravi disservizi e disagi tra i cittadini-utenti e i fruitori, tra cui anche moltissimi visitatori stranieri, procurando anche un danno d'immagine alla nostra città, oltre ai pericoli che sono stati evidenziati dalle numerose lamentele avanzate anche sugli organi di stampa.

A proposito di ciò, la scrivente stessa si è già rivolta in tempi non sospetti alla S. V. Ill.ma (vedasi allegati) per evidenziare i problemi e sollecitarne una rapida soluzione, purtroppo senza aver ricevuto alcuna risposta e nemmeno alcun effettivo riscontro pratico.

Confidando che la presente istanza-proposta possa trovare accoglimento da parte della S. V. Ill.ma e dell'intera Amministrazione Comunale, si porgono distinti saluti.

Carla De Nunzio

Lecce, 23 ottobre 2012

Articolo:

Con la luce illuminare il buio

IL PAESE NUOVO

(24 ottobre 2012)

 

.......

 

LETTERA SEMISERIA

(O FORSE TRAGICOMICA)

 

Esclusivo!

Lecce, "Parco di Belloluogo"

IL LAGO DI BELLOLUOGO

UNA SENSAZIONALE SCOPERTA "ARCHEOLOGICA" DI ENORME VALENZA AMBIENTALE E PAESAGGISTICA, OLTRE CHE SOCIALE ED ECONOMICA

 

Da anni esiste, ed è sotto gli occhi (ed i piedi) di tutti, ma nessuno lo aveva mai "scoperto"...

 

Richiesta di un sostanzioso premio allo scopritore!!!

 

L'annuncio dell'avvenuta scoperta

Lettera al Sindaco di Lecce

di Beniamino Piemonbese

(lo scopritore)

 

(...) Si prosegua ora nel cammino verso Belloluogo...
Quel troncone di strada che oggi porta verso la Torre di Belloluogo, e che, prima di raggiungerla, approssima al cosiddetto parco "di Belloluogo", è in uno stato indecoroso, con buche e fosse che la rendono sconnessa e impraticabile specie quando piove, che poi in tale congiuntura essa si trasforma pericolosamente in un vero e proprio stagno, come si verifica da anni senza che si intervenga come urge, e com'era nei mesi scorsi -quando lo scrivente di persona segnalò il caso a delle pattuglie di vigili urbani che si trovavano in loco, ma senza che ne sia sopraggiunta alcuna azione riparatrice.
Ed uno stagno era diventata ieri sera, dopo la breve pioggia. Uno stato di tale trascuratezza e pericolosità, che un lungo tratto dello stesso marciapiede adiacente al muro perimetrale del Parco "di Belloluogo" è andato in pezzi ed è franato, e lo stesso muretto a secco è andato in rovina ed è già stato dovuto rifare perché guasto. E questo si chiama spreco di denaro pubblico. (...)

Beniamino Piemontese

(dalla lettera al Sindaco di Lecce pubblicata da "Il Paese nuovo" l'11 ottobre 2012)

 

LE FOTO ESCLUSIVE

Il "lago di Belloluogo"...!!!???!!!!

(fotografie di Beniamino Piemontese)

 

.......

 

7 ottobre 2012

VIVA LA MUSICA!

L'ho invocata, l'ho suonata davanti al Municipio di Lecce e la Musica ha voluto fare la sua parte!

Sono lieto di aver partecipato, come cittadino di Lecce, insieme agli altri cittadini e a ogni visitatore che si sia recato oggi al Parco di Belloluogo per assistere al primo dei concerti che si svolgeranno anche nelle altre mattinate domenicali d'ottobre.

Spero che sia davvero la volta buona per non dover ancora lamentare la mancanza d'attenzione e di cura per la Torre di Belloluogo e il parco pubblico comunale che proprio grazie ad essa è nato e da essa prende il nome.

E allora dico:

Viva la Musica!

Beniamino Piemontese
(socio fondatore dell'Osservatorio Torre di Belloluogo e curatore del sito Messapi.info)

 

FOTO

 

Momenti del concerto domenicale a Belloluogo

(fotografie di Beniamino Piemontese)

 

.......

 

10 ottobre 2012

PERIFERIA MALEDETTA

Lettera aperta al Signor Sindaco della Città di Lecce

di Beniamino Piemontese

 

Articolo:

Lettera aperta

"Sia rigenerazione urbana e civica"

I dolori della città dalla periferia al centro e viceversa

IL PAESE NUOVO

www.ilpaesenuovo.it




All'Ill.mo Dott. Paolo Perrone - Sindaco di Lecce

e p. c. al Capo di Gabinetto del Sindaco di Lecce
e del Capo della Segreteria del Sindaco di Lecce



Ill.mo Signor Sindaco Dott. Paolo Perrone,

mio malgrado, come semplice cittadino, per quanto faccia per ricredermi, devo prendere atto con estremo dispiacere e malcontento dell'abisso che purtroppo separa il cosiddetto "centro" cittadino dalle periferie, e questo termine lo riporto volutamente senza virgolette, perché tale è lo stato in cui sono tenute.

Più che di una "rigenerazione urbana" necessiterebbe una rigenerazione morale e civile non solo della cittadinanza, che vive molto, troppo spesso in una condizione d'inferiorità non solo verso altri cittadini di altre città, ma innanzitutto nel confronto di quelli della loro stessa città.

Quel che viene comunemente denominato il quartiere Rudiae, per cominciare, si trova in tale condizione. Non è bastata la Misura 5.1 a risolvere i problemi. Forse, nel tentare di costituire una svolta, ne ha creati di nuovi, e certamente nel quartiere più popoloso della città troppe ferite restano aperte, non solo urbanistiche, ma sociali ed economiche: l'ex Manifattura Tabacchi, una polveriera che desta preoccupazione non soltanto per i politici e gli amministratori, ma nella popolazione, per il suo grosso carico di disoccupati che sono sull'orlo dell'abisso dell'emarginazione e della miseria.

Le case popolari in costruzione da tempo infinito che si presentano come un monumento all'inefficienza e all'incapacità a tutti i livelli. Il parco presso l'ex chiesa di S. Maria di Pozzuolo, chiuso come un fortino in una specie di ricostruzione filmica degli scenari apocalittici della guerra nell'ex Jugoslavia, in cui lo stesso edificio che fu sacro resta a tutt'oggi uno spettrale monumento funebre snaturato del suo significato originario e reso inaccessibile ad un'adeguata e nuova  fruizione pubblica a causa dell'incompetenza e per degli intoppi burocratici di cui si legge sulla stampa attraverso appelli di vario tipo, che restano puntualmente inascoltati.

Quel che rimane dopo tanti anni di abbandono di quel che fu il glorioso parco "Francesco Corvaglia" è , forse proprio per vendetta di chi non poté mettere a segno il tentato colpo di mano, un miserabile oltraggio ai tentativi di usufruizione e gestione partecipata della comunità di residenti e di cittadini di altra provenienza, e si presenta oggi come uno scarnificato quadrilatero residuale, sempre pronto ad un nuovo assalto edificatorio e cementificante.

Il complesso della (nuova) S. Maria della Porta è lasciato ancora in uno stato di "non finito", a dimostrazione dell'incapacità degli stessi abitanti residenti di esprimere compiutamente una socialità moderna e partecipata, e la zona prende le nefande caratteristiche classiche del "quartiere-dormitorio".

Il parco denominato "di Belloluogo" (si omette di dire -ed è sbagliato- il "Parco della Torre di Belloluogo"), dall'altro lato di via Taranto, è raggiungibile fortunosamente dal "centro" senza nemmeno una indicazione che serva a facilitare chi, residente o turista, desideri arrivarci già dal vicino Arco di trionfo di Porta Napoli, meta turistica di prim'ordine. Purtroppo questa omissione fa perdere a centinaia, se non addirittura a migliaia di turisti la possibilità di conoscerne l'esistenza ed essere spronati ed indirizzati a visitarlo!

Che poi, se si va a vedere lo stato del percorso che da via Taranto porta alla ricerca del parco, ma soprattutto della Torre di Belloluogo, e cioè si svolti per incamminarsi lungo via vecchia Surbo, ci si devono mettere le mani tra i capelli per la condizione miserabile in cui si trova la zona, per il ribrezzo provocato agli amanti dell'Arte e della Cultura dalla vista della cappella abbandonata e fatiscente che trovasi all'interno della proprietà della famigerata ditta di carburanti e che "si lascia ammirare" attraverso le sbarre di un poderoso cancello che delimita e protegge un'area che è stata e continua ad essere al centro di un clamoroso caso giudiziario, e che nega la fruizione ad un bel monumento dimenticato...

E questo è un ulteriore pessimo biglietto da visita per una città che si vanta d'essere la Firenze delle Puglie e l'Atene d'Italia...!!!

Ma la cosiddetta via vecchia Surbo non ha più senso di esistere, anche nominativamente, perché dovrebbe essere nobilitata in tutto e per tutto, cioè rigenerata, e non solo urbanisticamente (si è già detto come questo non basti), ma moralmente e civilmente e, dopo essere stata fatto doverosamente oggetto di lavori pubblici di risanamento (cosa che credo non si faccia da molto tempo!) e già a cominciare dalla toponomastica essere più degnamente rinominata quale Via della Torre di Belloluogo, oppure: Via del Parco della Torre di Belloluogo. Ed è cosa questa che lo scrivente chiede già da subito apertamente ed ufficialmente oggi al Signor Sindaco ed a all'Amministrazione Comunale di Lecce, ed a tutto il Consiglio Comunale di Lecce, con questa sua propria lettera odierna.
Che se dovesse essere necessario, il sottoscritto, come cittadino leccese, si impegna a presentare per iscritto con apposita istanza, depositandola presso l'Ufficio Protocollo del Comune di Lecce.

Si prosegua ora nel cammino verso Belloluogo...
Quel troncone di strada che oggi porta verso la Torre di Belloluogo, e che, prima di raggiungerla, approssima al cosiddetto parco "di Belloluogo", è in uno stato indecoroso, con buche e fosse che la rendono sconnessa e impraticabile specie quando piove, che poi in tale congiuntura essa si trasforma pericolosamente in un vero e proprio stagno, come si verifica da anni senza che si intervenga come urge, e com'era nei mesi scorsi -quando lo scrivente di persona segnalò il caso a delle pattuglie di vigili urbani che si trovavano in loco, ma senza che ne sia sopraggiunta alcuna azione riparatrice.
Ed uno stagno era diventata ieri sera, dopo la breve pioggia. Uno stato di tale trascuratezza e pericolosità, che un lungo tratto dello stesso marciapiede adiacente al muro perimetrale del Parco "di Belloluogo" è andato in pezzi ed è franato, e lo stesso muretto a secco è andato in rovina ed è già stato dovuto rifare perché guasto. E questo si chiama spreco di denaro pubblico.

E poi la "vecchia" storia del parco "di Belloluogo" al buio, coi lampioni scollegati e senza illuminazione pubblica...
La cosa è stata segnalata già da tempo, e non è stata ancora prontamente risolta, sebbene invocata da mamme, da cittadini e personalmente dal presidente dell'associazione "Osservatorio Torre di Belloluogo", prof. ssa Carla de Nunzio.

Ed invece "si fa notte", direbbe il comico.
Questa è davvero bella, farebbe ridere se non facesse piangere... Tanti lampioni, che sono costati un sacco di soldi, che restano al buio.
A dire che nessuno tra i progettisti, i dirigenti, i tecnici, ecc. ha pensato che il parco è baciato ed inondato di sole più di ogni altro luogo (il "bel luogo"... di Maria d' Enghien!) e che non costerebbe nulla illuminarlo con l'energia solare predisponendo un impianto ecocompatibile, che sarebbe all'avanguardia e rispetterebbe la natura, invece di dover pesare sulle casse del Comune, cioè dei contribuenti.
E la creazione di un impianto ad energia solare che illumini la Torre di Belloluogo e tutto il suo costruendo parco, ed insieme tutto il complesso monumentale che ne fa parte, è cosa che già il presidente dell'associazione "Osservatorio Torre di Belloluogo" ha fatto presente dando vita all'iniziativa simbolica intitolata "Fiat lux al Parco di Belloluogo". E bisognerebbe dare seguito a tale proposta intelligente.

Pertanto lo scrivente chiede già da subito apertamente ed ufficialmente con questa sua propria lettera al Signor Sindaco ed all'Amministrazione Comunale di Lecce, ed a tutto il Consiglio Comunale di Lecce che si possa procedere all'attuazione di questa proposta per un impianto ecocompatibile ad energia solare presso il "Parco della Torre di Belloluogo".
E lo scrivente si impegna, se dovesse essere necessario, a presentare al più presto per iscritto una apposita istanza, depositandola presso l'Ufficio Protocollo del Comune di Lecce.

Ma non è finita... Ieri sera, tornando verso casa, sono transitato a piedi lungo viale Giovanni Paolo II ed ho dovuto nuovamente assistere -come da molti giorni- ad una scena incredibile, che sarebbe risultata meravigliosamente bucolica se non fosse stata incongrua.
Mi riferisco all'area del nascente parco che si "apre" addossata ad un lungo tratto del suddetto viale, che è già praticamente finita, ma resta chiusa (forse in attesa dell'inaugurazione, penserebbero i malevoli...). fatto sta che è tutta pronta, coi vialetti, le aiuole, le panchine e... i lampioni tutti illuminati (!!!) ma risulta inaccessibile...

Una scena che risulterebbe bellissima ed esaltante per il cittadino se non fosse che il parco resta chiuso, recintato dalle cancellate di un ricco cantiere pubblico, che però esclude i cittadini e non li fa nemmeno camminare lungo il marciapiede (come per legge) ma li costringe rischiosamente e pericolosamente (e fuori legge!) a procedere invadendo la carreggiata stradale, mettendo a rischio la propria incolumità e costituendo un pericolo oggettivo persino per gli automobilisti. Insomma una cosa inguardabile ed insopportabile.

Anche il "centro" è periferia...
Ma anche a dirla è una cosa triste, e niente affatto consolatoria.

Insomma, che devo aggiungere altro se non concludere questa mia lettera con le parole: periferia maledetta!

Con osservanza.

Beniamino Piemontese

Lecce, 10 ottobre 2012

 

Sul Web:

www.facebook.com/beniamino.dellatorrebelloluogo

 

.......

 

30 settembre 2012

LETTERA AL DIRETTORE

 

"ECCO CHI SONO I VANDALI!"

 

di Beniamino Piemontese

 

IL PAESE NUOVO

 

www.ilpaesenuovo.it

 

Sul Web:

"FIAT LUX AL PARCO DI BELLOLUOGO A LECCE"

MICROSTORIE

 

.......

 

28 settembre 2012

MUNICIPIO DI LECCE

(ore 11)

 

LA MUSICA SALVA LA TORRE DI MARIA D'ENGHIEN

Diritto-dovere del cittadino-utente-contribuente è sollecitare la pubblica amministrazione, e gli enti pubblici e le istituzioni in generale, a svolgere i propri compiti per il raggiungimento delle finalità a cui sono preposti per il bene pubblico.

E' tramontato il Regno dei Borboni, è finito il tempo in cui le persone erano sudditi, tenuti ad obbedire ciecamente agli ordini del sovrano e del suo stuolo di ligi servitori.

Non esiste più, e la legge fondamentale della Repubblica Italiana, la Costituzione, non lo ammette, il ruolo semplicemente passivo del Cittadino al quale viene riconosciuta la pienezza del Diritto, che sancisce i diritti come anche il riconoscimento dei doveri del cittadino-utente-contribuente.

Animato da questo spirito critico costruttivo ho deciso di dare corso ad una mia pacifica iniziativa culturale e civile per richiedere e sollecitare all'Ente pubblico comunale la giusta e doverosa attenzione verso un Monumento straordinario che appartiene di diritto e di fatto alla Città di Lecce, ovvero è di proprietà del Comune di Lecce (e quindi è un patrimonio pubblico dei cittadini) che dopo molti anni versa in una condizione ancora molto precaria.

Si tratta della Torre di Belloluogo, che fu la dimora prediletta di una figura emblematica della storia di Lecce e del Salento, la contessa Maria d'Enghien, che fu anche regina di Napoli.

Perciò ho voluto dare vita ancora una volta (sono arrivato alla seconda puntata!) ad un'iniziativa semplicemente simbolica, anche se carica di significato dal punto di vista artistico e culturale, e soprattutto civile.

Così è nata "La Musica salva la Torre di Maria d'Enghien"...!

Beniamino Piemontese - Messapi.info

 

FOTO

28 settembre 2012 LA MUSICA SALVA LA TORRE DI MARIA D'ENGHIEN - Un momento dell'intervento culturale e civile di Beniamino Piemontese presso il Municipio di Lecce - Fotografia scattata da Costantino Piemontese

28 settembre 2012 LA MUSICA SALVA LA TORRE DI MARIA D'ENGHIEN - Un momento dell'intervento culturale e civile di Beniamino Piemontese presso il Municipio di Lecce - Fotografia scattat da Costantino Piemontese

Alcuni momenti dell'iniziativa culturale e civile di Beniamino Piemontese

Fotografie scattate da Costantino Piemontese

 

Sul Web:

ASSOCIAZIONE IDEALE OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

www.torredibelloluogo.com

www.torredibelloluogo.com/difesa_torre.htm

 

Articoli:

Il degrado è dei vandali

Ma la domanda è: Chi sono i "vandali"?

Parco di Belloluogo. Con una nota l’Assessore ai Lavori Pubblici Gaetano Messuti risponde a Carlo Salvemini ma non ai suoni del cittadino Beniamino Piemontese

di Mauro Marino

IL PAESE NUOVO

 

Le storie di Giuliana

"La serenata di Beniamino per la Torre"

di Giuliana Coppola

IL PAESE NUOVO

(29 settembre 2012)

IL PAESE NUOVO 29 settembre 2012 - www.ilpaesenuovo.it

 

DOCUMENTO

LETTERA APERTA

Al Sindaco di Lecce e al Vicesindaco di Lecce

 

Nota: la presente "Lettera aperta" è inviata per conoscenza anche a:

- Associazione Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo

- Organi d'informazione


Mittente:
Sig. Beniamino Piemontese
Lecce

Oggetto:
"La Musica salverà la Torre di Belloluogo" (seconda puntata)
Municipio di Lecce - Venerdì, 28 settembre 2012 (alle ore 11)



Ill.mo Signor Sindaco di Lecce Dott. Paolo Perrone,

Ill.mo Signor Vicesindaco di Lecce Avv. Carmen Tessitore
,

lo scrivente lamenta da mesi lo stato di abbandono in cui versa la Torre di Belloluogo e lo stallo e i ritardi nell'avanzamento dei lavori nel cantiere per la realizzazione del "Parco urbano della Torre di Belloluogo".

Chi scrive lamenta inoltre la mancanza di risposta da parte dell'Amministrazione Comunale alle istanze da me precedentemente presentate.

Pertanto:

1) per denunciare ancora una volta quanto già esposto precedentemente per iscritto e pubblicamente, com'è stato in occasione della propria iniziativa personale dal titolo
"La Musica salverà la Torre di Belloluogo" svoltasi presso il Municipio;

2) per lamentare il disservizio dovuto alla mancanza di illuminazione pubblica all'interno dell'area del "Parco di Belloluogo" inaugurato lo scorso 25 aprile, che risulta essere totalmente sprovvisto d'illuminazione pubblica sebbene risulti essere presente un numero consistente di lampioni che però sono tenuti spenti, o forse sono addirittura scollegati ad un impianto per la fornitura di energia elettrica (tra l'altro è un paradosso che nel "Parco di Belloluogo" non sia stato già previsto un impianto ad energia solare ecocompatibile!) L'assenza di illuminazione pubblica nelle ore serali è causa di un parziale godimento ovvero della mancata fruizione pubblica del bene pubblico comunale, oltre a poter inoltre costituire una situazione di pericolo per l'incolumità pubblica, visto che il parco suddetto è frequentato anche da minori, da donne ed anziani;

lo scrivente si vede costretto suo malgrado ad attuare nuovamente una propria iniziativa personale dal titolo
"La Musica salverà la Torre di Belloluogo" (seconda puntata) che avrà luogo presso il Municipio cittadino venerdì prossimo 28 settembre, alle ore 11.

Tale iniziativa personale è intesa dal sottoscritto come un atto dovuto di
cittadinanza attiva, vista l'assenza di risposte concrete da parte dell'Amministrazione Comunale di Lecce agli specifici problemi esposti dal cittadino-utente.

In fede.

Beniamino Piemontese

Lecce, 25 settembre 2012

 

IL PAESE NUOVO

In prima pagina:

"Belloluogo. L'azione di Beniamino Piemontese"

 

La lettera aperta pubblicata in terza pagina

"La musica salverà la Torre di Maria d'Enghien"

 

Sul Web:

ASSOCIAZIONE IDEALE OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

www.torredibelloluogo.com

www.torredibelloluogo.com/difesa_torre.htm

 

.......

 

23 settembre 2012

L'INGANNO E IL DANNO DEL PARCO

 

Il parco senza illuminazione pubblica è la metafora di un diritto negato, di un bene pubblico non godibile, ovvero di una fruizione parziale, "a tempo", a discrezione: insomma di una socializzazione condizionata, di una vita civile non partecipata, di una democrazia mancata.

Per questo il parco senza illuminazione pubblica è un inganno, ed i lampioni spenti (con i fili scollegati) sono uno spreco di denaro pubblico (cioè del denaro uscito dalle tasche dei contribuenti) ed il buio che cala come una saracinesca sul diritto alla fruizione e al godimento del bene pubblico causa un danno per i cittadini e la collettività.

Beniamino Piemontese - Messapi.info

 

22 settembre 2012

CITTADINANZA ATTIVA

 

Associazione Ideale

Anna Maria Massari - Antonio Leonardo Verri - Marianna Casto - Giorgio Di Lecce - Luigi Mura

Osservatorio Torre di Belloluogo

 

PARCO DI BELLOLUOGO: E LUCE SIA!

OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO - PARCO DI BELLOLUOGO: E LUCE SIA! - Parco di Belloluogo - Lecce, settembre 2012

OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO - PARCO DI BELLOLUOGO: E LUCE SIA! - Parco di Belloluogo - Lecce, settembre 2012

OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO - PARCO DI BELLOLUOGO: E LUCE SIA! - Parco di Belloluogo - Lecce, settembre 2012

OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO - PARCO DI BELLOLUOGO: E LUCE SIA! - Parco di Belloluogo - Lecce, settembre 2012

(Archivio dell'Osservatorio Torre di Belloluogo)

 

Un grazie di cuore ai Cittadini di buona volontà che ieri sera hanno portato un po' di luce nel Parco.

Ringrazio la Prof.ssa Maria Idria Licheri Mura, il Prof. Massimo Mura, la Prof.ssa Ada Donno, il Prof. Maurizio Nocera, la Prof.ssa Giuliana Grando, il Sig. Beniamino Piemontese, e i giovanissimi Marco e Carlo coi loro genitori.

Carla De Nunzio (presidente Ass. Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo)

Lecce, 23 settembre 2012

www.torredibelloluogo.com

 

.......

 

22 settembre 2012

"LOST IN DARKNESS"

 

SENZA LUCE IL PARCO DELLA TORRE DI BELLOLUOGO

Ancora una lagnanza sullo stato di Belloluogo. Quando l'oscurità si squarcerà?

Beniamino Piemontese - Messapi.info

 

 

Associazione Ideale

Anna Maria Massari - Antonio Leonardo Verri - Marianna Casto - Giorgio Di Lecce - Luigi Mura

Osservatorio Torre di Belloluogo

 

FIAT LUX A PARCO DI BELLOLUOGO

 

Quando calano le tenebre il Parco della Torre di Belloluogo inizia a languire avvolto nell'oscurità malgrado la presenza di numerosi visitatori tra cui mamme e bambini.

Così un luogo di relax, intrattenimento e gioco diventa una fonte di potenziali pericoli per i più piccoli e non solo...

Dopo aver denunciato la situazione una settimana fa, visto che nulla è mutato e il Parco di Belloluogo continua ad essere avvolto nelle tenebre, domani sera 22 settembre alle ore 19.00, in occasione della "Notte bianca di Lecce" che illumina tanti contesti urbani cittadini ma che lascia purtroppo senza luce la Torre di Belloluogo, l'Ass. Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo accenderà una luce solare eco-compatibile presso il cancello d'ingresso al Parco su Via Vecchia Surbo, per lanciare un segnale a chi di dovere e soprattutto "per fare luce" su questa incresciosa mancanza di illuminazione pubblica, ovvero l'assenza di un doveroso servizio pubblico che dovrebbe essere garantito.

Prof.ssa Carla De Nunzio
Presidente dell'Associazione Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo

Lecce, 21 settembre 2012

 

FOTO

Lost in Darkness - Nella foto, scattata alcune sere fa nel buio del Parco di Belloluogo, si distingue a malapena la figura della Presidente dell'Ass. Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo (Archivio dell'Osservatorio Torre di Belloluogo)

Lost in Darkness

Nella foto, scattata alcune sere fa nel buio del Parco di Belloluogo, si distingue a malapena la figura della Presidente dell'Ass. Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo.

(Archivio dell'Osservatorio Torre di Belloluogo)

www.torredibelloluogo.com

 

.......

 

6 settembre 2012

LECCE, TORRE DI BELLOLUOGO: LA FINE DELLA VERGOGNA

 

LETTERA AL SIGNOR SINDACO DI LECCE

e p. c. 

AL PRESIDENTE DELL'OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO



La storia vergognosa dei vetri rotti, "scasciati", della Torre di Belloluogo è finita davvero soltanto ieri, dopo essersi perpetuata per tre mesi, da giugno a oggi, per tutto il massimo del periodo dell'affluenza turistica a Lecce e nel Salento.

Questa brutta storia diventerà tristemente leggendaria a significare quanto disinteresse ci sia verso la Torre di Belloluogo.

Se le leggende, come i miti o le favole, nascono e si diffondono quando il popolo è stato mosso a sentimenti di amore, o paura, o odio verso un luogo, un personaggio, un accadimento, una storia, al contrario l'ignoranza, l'indifferenza, l'insensibilità non muovono a niente.

E i vetri scasciati, tolti finalmente dalle finestre della Torre di Belloluogo, si vanno ad aggiungere alla catasta dei materiali edili "dormienti" che stanno gettati a terra (vedasi foto n. 2 allegata di seguito) in quello che dovrebbe essere il più Bel Luogo della città di Lecce...

In fede.

Beniamino Piemontese - Messapi.info

(7 settembre 2012)

 

DOCUMENTAZIONE FOTOGRAFICA

Torre di Belloluogo - Lecce, 6 settembre 2012

 

- 1 -

orre di Belloluogo - Lecce, 6 settembre 2012 (Foto di B. Piemontese)

Torre di Belloluogo - Lecce, 6 settembre 2012

(Foto di B. Piemontese)

 

- 2 -

Cantiere del "Parco della Torre di Belloluogo" - Lecce, 6 settembre 2012 (Foto di B. Piemontese)

Cantiere del "Parco della Torre di Belloluogo" - Lecce, 6 settembre 2012

(Foto di B. Piemontese)

 

........

 

3 settembre 2012

IL PIANTO DELLA TORRE DI BELLOLUOGO

 

VIDEO

IL PIANTO DELLA TORRE DI BELLOLUOGO
Trombone solo: Beniamino Piemontese

TORRE DI BELLOLUOGO
Lecce, 3 settembre 2012
Osservatorio Torre di Belloluogo

 

Associazione Ideale

Anna Maria Massari - Antonio Leonardo Verri - Marianna Casto - Giorgio Di Lecce - Luigi Mura

Osservatorio Torre di Belloluogo

A DIFESA DELLA TORRE DI BELLOLUOGO

Arrivati alla Torre di Belloluogo, lo spettacolo è straziante!
La Torre di Belloluogo con le finestre dai vetri rotti.
Il deserto è rotto dalle cataste di materiali alla rinfusa e dai cumuli di mattoni da cui spuntano folte le erbacce, unico segno di vita in quell'immobilità.
Dispersi si trovano persino rifiuti in un'aria d'abbandono irredimibile.
Il pianto della Torre di Belloluogo colpisce il visitatore che attirato dal fascino dell'antica Torre voglia constatare con i suoi occhi l'amenità del sito che le è valso un nome così evocativo: Belloluogo.
Il cuore si stringe e una mortificazione profonda invade l'animo del turista, del visitatore, del viandante.
Non si perde d'animo, invece, chi si batte -ormai da vent'anni- per quell'agognata e sospirata resurrezione che sembra beffardamente procrastinarsi sine die.
Mentre al visitatore non rimane altro che allontanarsi in preda al disagio e allo sconforto, a noi ci resta nelle orecchie e nel cuore il pianto della Torre di Belloluogo.

Prof.ssa Carla De Nunzio
Presidente dell'Associazione Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo

Lecce, 4 settembre 2012


 

MESSAGGIO

 Prof. Maurizio Nocera e Prof.ssa Ada Donno

Cara Carla, caro Beniamino,

siamo con voi ora e sempre nella difesa dei luoghi sacri alla memoria.

Un caro saluto da Maurizio e Ada

 

Sito Web:

OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

 

........

 

0 agosto 2012

IN DIFESA DELLA TORRE DI BELLOLUOGO

BELLOLUOGO TROMBONE MARCHING PARADE BAND

Palazzo Carafa - Municipio di Lecce (alle ore 11)

 

La Scienza salverà il mondo

L'Arte e la Cultura salveranno gli uomini

La Musica salverà la Torre di Belloluogo

 

La Torre di Belloluogo a Lecce

con i segni degli atti vandalici compiuti nei mesi scorsi

(Archivio dell'Osservatorio Torre di Belloluogo)

www.torredibelloluogo.com

 

 

LETTERA AL SINDACO DI LECCE

di Beniamino Piemontese

 

Ill.mo Signor Sindaco Dott. Paolo Perrone,

mentre la sonda spaziale Curiosity atterra felicemente su Marte, e nel mentre qui da noi, a Lecce, su questa piccola ma deliziosa parte del territorio terrestre bagnato dal mare, facente parte della nostra splendida Puglia, un grande numero di turisti, vacanzieri e visitatori, si affolla a godere del privilegio di vivere almeno per un breve periodo insieme a noi "indigeni" nella nostra terra godendo del sole, del mare, delle bellezze storico-artistiche ed ambientali e approfittando della loro permanenza per assaporare e gustare le prelibatezze offerte dai produttori agricoli e ammirando le tipicità dei manufatti e dei prodotti dell'artigianato locale, da anni e anni la nostra magnifica Torre di Belloluogo continua ad essere tenuta in ostaggio dell'incuria e, anche ora, pur in prossimità del ferragosto, cioè al culmine del migliore periodo turistico, nello stato di abbandono più ignobile, lasciata perennemente chiusa e -per colmo di ingiuria- coi vetri rotti!

Non è più accettabile vedere tanto abbandono e tanta incuria alla Torre di Belloluogo!

Non è possibile che il Comune di Lecce non trovi il tempo o la voglia di risolvere una volta per tutte questa situazione sconcia che è lesiva del decoro di un Monumento che è uno dei più belli e singolari non solo di Lecce ma della Puglia.

E' inutile ormai insistere continuando a ripetere gli accorati appelli e le denunce che sono state già espresse nei mesi scorsi...

Le parole non bastano più...

Ci vuole uno scatto d'orgoglio!

 

La Belloluogo Trombone Marching Parade Band suonerà a Palazzo Carafa in difesa della Torre di Belloluogo, venerdì prossimo 10 agosto 2012, nel giorno di S. Lorenzo martire, alle ore 11.

 

La S. V. Ill.ma è invitata a presenziare di persona.

 

Con osservanza.

Beniamino Piemontese

Lecce, 8 agosto 2012

 

Solidarietà

"INIZIATIVA CULTURALE PACIFICA E SIMBOLICA"

DICHIARAZIONE

DEL PRESIDENTE DELL'ASSOCIAZIONE IDEALE OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

"DAR FIATO A TROMBE E TROMBONI PER  DIFENDERE LA TORRE DI BELLOLUOGO"

Nella foto: la Torre di Belloluogo deturpata dai vandali che ne hanno sfondato i vetri delle finestre. (Archivio dell'Osservatorio Torre di Belloluogo)

Una delle finestre della Torre di Belloluogo completamente distrutte dai vandali

(Archivio dell'Osservatorio Torre di Belloluogo)

www.torredibelloluogo.com

 

"DAR FIATO A TROMBE E TROMBONI PER  DIFENDERE LA TORRE DI BELLOLUOGO"

di CARLA DE NUNZIO

Da tempo l'associazione che rappresento lamenta lo stato di abbandono e di incuria che imperversa presso il cantiere del Parco della Torre di Belloluogo. Le nostre segnalazioni dei frequenti atti di vandalismo, i nostri appelli e le nostre istanze per scongiurare il degrado in cui versa la Torre di Belloluogo da molti mesi sembra che non siano serviti a niente.

Eppure noi continuavamo a sperare che prima o poi, un giorno non troppo lontano, la situazione fosse risolta e venissero effettuati da chi di dovere gli interventi urgenti che il Comune di Lecce ci aveva garantito per iscritto.

Così non è stato, e la situazione è peggiorata tanto che il nostro socio Beniamino Piemontese ci ha comunicato la sua decisione di dare corso ad un'azione di protesta pacifica, un'iniziativa in verità alquanto singolare che però ha tutti i crismi di un intervento artistico e culturale, in linea con la sua personalità: un piccolo concerto per fiati davanti al Municipio di Lecce.

La cosa mi stupisce non poco, ma debbo dire che non mi sorprende affatto l'insofferenza di Beniamino Piemontese verso lo stato di degrado e di abbandono in cui versa la Torre di Belloluogo, che è veramente intollerabile se si considera che sono ormai quasi vent'anni che la nostra associazione combatte per strappare la Torre di Belloluogo ad una condizione che assolutamente non merita.

Se le parole e le lettere non sono bastate ad ottenere che fossero prontamente realizzati gli interventi promessi a tutela della Torre di Belloluogo, allora è giusto e sacrosanto dare fiato a trombe e tromboni per difendere la Torre di Belloluogo!

Per questo motivo esprimo al socio Beniamino Piemontese la solidarietà morale dell'Associazione Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo e mia personale per l'iniziativa culturale pacifica e simbolica da lui promossa.

Associazione Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo

Prof.ssa Carla De Nunzio

(presidente)

Lecce, 8 agosto 2012

www.torredibelloluogo.com

 

Solidarietà

Messaggio di Costantino Piemontese su Facebook

Ideatore e realizzatore di questo clamoroso atto d'amore e di difesa di un Monumento cittadino è il mio gemello Beniamino.

Colui il quale, da decenni a questa parte, dedica tutte le sue risorse umane ed intellettuali ad un Monumento che tutta la città -dal primo all'ultimo dei cittadini- aveva lasciato andare in rovina. E persino dimenticato.

Qualcuno -me compreso- dirà che ci sono problemi sociali, occupazionali ed economici, più gravi di cui interessarsi. Ma allora -mi dico- non dovremmo più occuparci di arte e di cultura. E lasciarlo fare solo a chi lo fa col solo scopo di trarne vantaggi, ricchezza e successo.

Perché è vero che ci sono sempre stati degli spiriti filantropi, dei pensatori apparentemente con la testa tra le nuvole... ma costoro ci hanno insegnato ad amare ed apprezzare ciò che la massa delle persone - e dei politici- lascerebbe andare al diavolo. Ed è proprio a questi "folli" che dobbiamo se il mondo è meno schifoso di quello che sarebbe, se lo lasciassimo in mano solo a che pensa solo ai soldi ed al potere.

Costantino Piemontese

http://it-it.facebook.com/costantino.piemontese

 

Articoli:

La Musica salverà la Torre di Belloluogo

NEWSGARGANO

 

L'Osservatorio le "suona" al Comune

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO

(9 agosto 2012)

 

COMUNICATO

"La Musica salverà la Torre di Belloluogo"

Iniziativa culturale pacifica e simbolica

Belloluogo trombone Marching Parade Band

Palazzo Carafa - Municipio di Lecce, 10 agosto 2012 (ore 11)


Allegati: immagini di Beniamino Piemontese davanti al Municipio di Lecce.

Fotografie di Costantino Piemontese


Esprimo la mia gratitudine al Vicesindaco di Lecce Avv. Carmen Tessitore che -non essendo in sede il Sindaco di Lecce- ha assunto la decisione di ascoltare dalla mia voce le ragioni che mi hanno spinto prima ad annunciare e poi a mettere in pratica oggi la mia protesta.

Ringrazio il Vicesindaco di Lecce Avv. Carmen Tessitore che pur in piena libertà di giudizio e di coscienza, e mantenendo con equidistanza il ruolo e la funzione istituzionale di amministratore pubblico, dimostrando ancora una volta la indiscutibile e preziosa sensibilità femminile, ha saputo compenetrarsi e comprendere lo spirito e le motivazioni profonde della mia iniziativa culturale pacifica e simbolica messa in atto questa mattina davanti al Municipio di Lecce a difesa della Torre di Belloluogo, monumento straordinario di valore inestimabile lasciato al degrado e alla rovina, pur essendo di proprietà della Città di Lecce.

Al Vicesindaco di Lecce Avv. Carmen Tessitore ho esposto dettagliatamente lo stato e la condizione inaccettabile in cui versa da mesi la Torre di Belloluogo ed in piena sincerità i motivi che mi hanno ineluttabilmente portato a dare corso alla mia vibrante e decisa protesta, mantenuta entro i binari della compostezza civile e dell'espressione artistica e culturale, dal valore altamente simbolico.

Il Vicesindaco di Lecce Avv. Carmen Tessitore, dopo il dialogo odierno, mi ha invitato ad un incontro di persona che avverrà nei prossimi giorni.

Confido e credo che il dialogo intercorso oggi tra il Vicesindaco di Lecce Avv. Carmen Tessitore e me sia foriero di positivi sviluppi al fine di restituire al più presto la dignità dovuta alla Torre di Belloluogo, garantendone il decoro e la sicurezza che sono imprescindibili per un monumento di tale importanza.

Ringrazio sentitamente quanti, parenti ed amici, mi hanno dato il loro appoggio manifestando la propria adesione e solidarietà personale, culturale e civile, in particolare mia moglie Carla De Nunzio e il mio gemello Costantino.

Un grazie speciale alla Redazione de "La Gazzetta di Lecce", pagine locali de LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO, e alla Redazione di NEWSGARGANO per aver dato voce sulla stampa alla mia protesta con articoli eloquenti.

In fede.

Beniamino Piemontese

Lecce, 10 agosto 2012

 

IMMAGINI

"La Musica salverà la Torre di Belloluogo" - Belloluogo Trombone Marching Parade Band - Beniamino Piemontese davanti al Municipio di Lecce (foto di Costantino Piemontese)

 

"La Musica salverà la Torre di Belloluogo" - Belloluogo Trombone Marching Parade Band - Beniamino Piemontese col trombone davanti al Municipio di Lecce (foto di Costantino Piemontese)

"La Musica salverà la Torre di Belloluogo"

Belloluogo Trombone Marching Parade Band

Beniamino Piemontese col trombone davanti al Municipio di Lecce

(foto di Costantino Piemontese)

 

Articoli:

1

LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO

La musica salverà Belloluogo

(12 agosto 2012)

 

2

NEWSGARGANO

"La Musica salverà la Torre di Belloluogo" - Comunicato e ringraziamenti

"La Musica salverà la Torre di Belloluogo" - Comunicato e ringraziamenti

Lecce - Esprimo la mia gratitudine al Vicesindaco di Lecce Avv. Carmen Tessitore che -non essendo in sede il Sindaco di Lecce- ha assunto la decisione di ascoltare dalla mia voce le ragioni che mi hanno spinto prima ad annunciare e poi a mettere in pratica oggi la mia protesta. Ringrazio il Vicesindaco di Lecce Avv. Carmen Tessitore che pur in piena libertà di giudizio e di coscienza, e mantenendo con... (continua)

(13 agosto 2012)

 

........

 

7 luglio 2012

FIAMME ALLA TORRE DI BELLOLUOGO

 

LETTERA APERTA AL SIGNOR SINDACO DI LECCE

di Beniamino Piemontese



Ill.mo Signor Sindaco di Lecce Dott. Paolo Perrone,

sono rientrato ieri da un brevissimo viaggio nel Gargano dovuto a motivi culturali, accolto dagli amici artisti garganici e dagli intellettuali locali che sono stati felici di accogliere e salutare l'iniziativa della presentazione del mio libro "Sveva" presso "Il Tempio di Arcadia" a San Nicandro Garganico come l'occasione per stabilire un'altra tappa di quel percorso culturale e spirituale che ormai è stato battezzato molto calorosamente "un ponte ideale tra il Salento e il Gargano".

In particolare mia moglie Carla, che presiede e rappresenta l'Associazione "Osservatorio Torre di Belloluogo", ha rappresentato Lecce e la Torre di Belloluogo, esprimendo in tutte le sedi in cui ci siamo confrontati l'importanza e la grandezza del nostro Patrimonio.

Dal canto mio, per mettermi anch'io all'altezza della situazione e per illustrare visivamente quanto veniva rappresentato dalla presidente nell'incontro con i gentili ospiti garganici, ho indossato con orgoglio la maglia appositamente confezionata dall'Associazione "Osservatorio Torre di Belloluogo" per l'iniziativa "Amare la propria terra" svoltasi presso la Torre di Belloluogo nell'ambito della rassegna ITINERARIO ROSA 2012, sfoggiando sul mio petto una grande fotografia della Torre di Belloluogo, con il simbolo della Città di Lecce.

Ieri mia moglie ed io siamo tornati a Lecce rivedendo subito con molto piacere, all'ingresso della nostra città, la mole della Torre di Belloluogo, sebbene a grande distanza.

Dopo il rientro a casa, nel tardo pomeriggio, come di consuetudine ci siamo recati alla Torre di Belloluogo per rivedere il Monumento a cui siamo tanto legati.

Che spettacolo desolante si è parato ai nostri occhi!!!

All'avvilente e triste spettacolo causato tempo addietro dal ripetersi di atti scellerati che hanno provocato la devastazione vandalica subita dalla Torre di Belloluogo con la distruzione di tutte le vetrate (cosa che purtroppo è ancora visibile dopo tanto tempo) si è andato ad aggiungere lo sconforto dovuto ai vasti incendi che hanno interessato l'area circostante la Torre di Belloluogo e che sono arrivati a lambire oltre al Monumento anche le abitazioni prossime ai campi di erbacce lasciati a surriscaldarsi fino a bruciare o per autocombustione o per l'avventatezza di qualche scellerato che vi ha buttato il mozzicone di sigaretta o al piromane che si sia divertito a lanciare un fiammifero acceso....

Quanto dolore ci ha provocato ancora una volta la vista di tanta devastazione alla Torre di Belloluogo!!!

Come già accaduto troppe volte negli anni (e nei decenni scorsi) la Torre di Belloluogo è in situazione di pericolo, e non solo il meraviglioso Monumento ma anche le abitazioni civili che sorgono nei pressi dell'area della Torre e del suo Parco.

Quando finirà definitivamente questa situazione?

Quando la Torre di Belloluogo uscirà dai tempi bui?

Quando Lecce si farà degna della Torre di Belloluogo?


Con osservanza.

Beniamino Piemontese

Lecce, 17 luglio 2012

 

18 luglio 2012

"Degrado intorno a Belloluogo

Quando finirà tutto questo?"

 

16 luglio 2012

Vasto incendio all'ingresso di Lecce, fumo nero blocca auto sulla statale 613

 

SOLIDARIETÀ

ASSOCIAZIONE IDEALE OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

UN VASTO INCENDIO NEI PRESSI DELLA TORRE DI BELLOLUOGO

Dal nostro socio signor Beniamino Piemontese riceviamo la seguente lettera indirizzata ieri al Sindaco di Lecce (e per conoscenza alla nostra associazione).

Era già accaduto negli anni scorsi che all'arrivo dell'estate scoppiassero dei pericolosi incendi tra le sterpaglie dei terreni circostanti la Torre di Belloluogo. Le temperature torride registrate in questi giorni facevano temere il peggio, che purtroppo si è verificato.

Speriamo che si prendano al più presto i provvedimenti più opportuni per evitare il ripetersi di fatti così incresciosi.

Associazione Ideale Osservatorio Torre di Belloluogo

Il Presidente

(Prof.ssa Carla De Nunzio)

Lecce, 18 luglio 2012

 

Sito web:

ASSOCIAZIONE IDEALE OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

 

AGGIORNAMENTO

Articolo:

Vicino al cimitero vero quello delle macerie

Viaggio nel degrado

La mappa del Paese Nuovo delle zone "dimenticate" della città

Tra le "new entry" l'area "scoperta" dall'incendio di lunedì in via del Risorgimento

(22 luglio 2012)

 

........

 

4 maggio 2012

LA TUTELA DELL'AMBIENTE E LA SALVAGUARDIA DELLA SALUTE E DELL'INCOLUMITÀ PUBBLICA AL PRIMO POSTO

In una conferenza stampa convocata ieri dal Sig. Carlo Salvemini, candidato al Consiglio Comunale di Lecce nella lista "Lecce Bene Comune", è stato puntato il dito accusatore contro l'inerzia degli amministratori locali circa l'annosa e pericolosa (per l'ambiente e la salute dei cittadini) vicenda dell'inquinamento della falda acquifera e dei terreni ubicati lungo Via Taranto e l'adiacente Viale San Nicola a Lecce, su cui sorgono il complesso universitario «Studium 2000», numerose civili abitazioni oltre ad insistervi il complesso architettonico della Torre di Belloluogo e la sua grande area verde del parco urbano, inaugurato lo scorso 25 aprile dal Sindaco di Lecce Dott. Paolo Perrone.

Indipendentemente dai giudizi personali espressi e al di là delle motivazioni che possono aver mosso il candidato Salvemini ad esporre le proprie opinioni sugli atti e sui comportamenti degli amministratori pubblici in carica negli anni scorsi, a parere dello scrivente resta fermo il grave problema dell'inquinamento provocato dalle fuoriuscite di idrocarburi dal deposito carburanti della ditta Semeraro con la necessità che ne consegue -come accertato dalle perizie ordinate dal Tribunale di Lecce- di effettuare una completa bonifica dei terreni e delle zone inquinate, al fine di scongiurare ogni eventuale pericolo per l'ambiente e di salvaguardare la salute dei cittadini.

Per chiarezza, si rimanda a quanto scritto il 22 marzo scorso in un articolo pubblicato dal Corriere del Mezzogiorno, a firma di Andrea Morrone, di cui si riporta un breve stralcio:

Si aprirà il prossimo 14 giugno, dinanzi al giudice monocratico del Tribunale di Lecce, il processo nei confronti di Giovanni Semeraro, patron del Lecce calcio, imputato nell’ambito dell’inchiesta «Studium 2000», il complesso universitario che sta nascendo alle porte del capoluogo salentino. Nei confronti dell’imprenditore è stata formulata una citazione diretta a giudizio. L’accusa ipotizzata dal procuratore aggiunto Ennio Cillo, è di avvelenamento colposo della falda acquifera sottostante il cantiere dell’Università del Salento e inadeguata attività di messa in sicurezza e caratterizzazione dei luoghi contaminati. (...)

Articolo

È necessario senz'altro mettere al primo posto la tutela dell'ambiente e la salvaguardia della salute dei cittadini e della collettività.

Indipendentemente dagli schieramenti politici, questa è, e resterà, l'unica e migliore risposta che si potrà dare alla grave ed urgente questione della bonifica e del risanamento ambientale e della salvaguardia della salute pubblica  a causa dell'avvelenamento dei terreni e della falda acquifera nell'area circostante i depositi di idrocarburi della ditta Semeraro a Lecce.

Il Comune di Lecce non può che essere dalla parte dei cittadini e schierarsi anche in sede giudiziaria a fianco delle istanze della difesa dei legittimi e sacrosanti interessi dei cittadini e della Comunità.

Beniamino Piemontese - Messapi.info

Lecce, 4 maggio 2012

Sul Web:

OSSERVATORIO TORRE DI BELLOLUOGO

www.torredibelloluogo.com/parco.htm

 

NOVITÀ

15 giugno 2012

Articolo:

Processo "Studium 2000", anche Comune e Ateneo parte civile

Fonte:

LeccePrima.it

Rinviata la prima udienza per il procedimento nel quale è imputato Giovanni Semeraro: l'amministrazione comunale, in attesa del varo della giunta, ha preannunciato la volontà di affiancare Provincia e Legambiente, già costituite

LECCE - Rinviata dal giudice Silvia Minerva la prima udienza del procedimento "Studium 2000" che vede imputato l'imprenditore Giovanni Semeraro con l'accusa di "avvelenamento colposo della falda acquifera sottostante il cantiere dell'Università del Salento e inadeguata attività di messa in sicurezza". Oggi si è appreso che il Comune di Lecce e l'Ateneo saranno parte civile, affiancando dunque la Provincia di Lecce e Legambiente, già costituite. Per l'amministrazione di Palazzo Carafa si attende l'imminente varo della giunta che licenzierà la necessaria delibera.

 

........

 

 

Home Prima pagina Barocco per Duo Càlena Destino Sveva Torre di Belloluogo Parco di Belloluogo La strada di casa Appelli Lettere Archivio


MESSAPI.info - www.messapi.info

Autore e Webmaster: Beniamino Piemontese

E-mail: messapi.info@gmail.com